foto_16Filippo Cangiamila (Palermo, 1980). Musicista multiforme e dagli svariati interessi ha conseguito i diplomi di primo e secondo livello in trombone (con R. Degola), entrambi con il massimo dei voti. Contemporaneamente allo studio ed al perfezionamento strumentale (principalmente con A. Conti) si diploma in strumentazione per banda, direzione d’orchestra (con B. Montebello) e, sempre con il massimo dei voti, in composizione (con A. Meoli).
Nel suo passato da strumentista ha vinto concorsi e audizioni ed ha collaborato con importanti teatri ed orchestre, fra cui l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, il Teatro Lirico di Cagliari, l’Accademia Nazionale di S. Cecilia, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro La Fenice di Venezia e l’Orchestra dell’Arena di Verona.
Dal 2002 al 2007 è stato secondo e primo trombone dell’Orchestra Sinfonica di Roma con la quale ha sostenuto cinque stagioni musicali nella capitale e tournée estere in San Pietroburgo, Belgrado, Berlino, Madrid, Londra, Atene, Brasilia, Rio de Janeiro.
Nel novembre 2008 ha vinto il secondo premio al concorso internazionale per trombone solista ‘Città di Chieri’. Sempre come solista, interessato anche alla musica contemporanea, ha eseguito ‘Intermedi e Canzoni’ di Azio Corghi e ‘Berceuse per trombone e 12 fiati’ di Aldo Clementi alla presenza degli autori e ottenendo entusiastici apprezzamenti.
Ha fatto parte dell’ensemble ‘Algoritmo’ diretto da M. Angius, con il quale si è esibito a Roma, Amsterdam, Cracovia e Varsavia e dal 2008 al 2012, vincitore di concorso, ha fatto parte della Banda Nazionale della Guardia di Finanza in Roma.
Dal 2012 – vincitore di concorso pubblico per esami e titoli – è nominato maestro vicedirettore della Banda nazionale del Corpo di polizia penitenziaria ed ha abbandonato definitivamente l’attività di strumentista.
Molto attivo come compositore e trascrittore, suoi lavori sono stati eseguiti da importanti complessi quali la Banda della polizia penitenziaria, la Fanfara della legione allievi Carabinieri di Roma e la Banda della Polizia di Stato, e solisti di fama internazionale come Steven Mead (prima esecuzione assoluta del brano ‘Elegy’ ad esso dedicato) e Andrea Conti, primo trombone dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Si è distinto inoltre in diverse competizioni nazionali ed internazionali: ‘Premio Licinio Refice’ (secondo premio 1998), ‘Premio Oreste Sindici’ (terzo premio 2004), ‘Premio Valentino Bucchi’ (primo premio 2004), premio ‘Contemporaneamente’ (secondo premio 2006), premio ‘G. Palatucci’ (secondo premio – primo non assegnato – 2010), V concorso internazionale di composizione per banda “La Prime Lûs” di Bertiolo (segnalazione 2015). Sue composizioni sono edite dalle case editrici Scomegna, Wicky e Mulph.
È membro fondatore e direttore artistico e musicale dell’Italian Brass Band, alla guida della quale, dopo un solo anno dalla fondazione, ha vinto il 38° European Brass Band Championship 2015 a Frigurgo in Brisgovia nella categoria Challenge. Nel 2016 si classifica al secondo posto nella stessa competizione.
Ha tenuto il primo ‘Corso semestrale di tecnica direttoriale’ promosso e organizzato dall’Italian Brass Band ed è spesso invitato come direttore ospite o docente in corsi per direttori di banda in tutto il territorio nazionale. Nell’agosto 2015 è stato invitato al VI ‘Festival dei maestri’ di Collesano (PA), dedicato unicamente alle sue composizioni per banda.