Two songs for migrants

, ,

Una mano tesa a chi attraversa il mediterraneo.

by Carlo Pirola

Pdf Preview

45,0050,00

Clear

Una mano tesa a chi attraversa il mediterraneo.

by Carlo Pirola

Si chiama Migrant offshore aid station ed è la prima agenzia privata di salvataggio per chi attraversa il canale di Sicilia. Dal 2014 fino a oggi la nave M.Y. Phoenix ha soccorso 11.685 vite migranti alla deriva.
Da un racconto di uno dei superstiti:
“Una volta c’era mare grosso. La Phoenix era piena, a bordo avevamo somali, eritrei, siriani. Diverse lingue, diverse religioni. Per stemperare la tensione ho iniziato a canticchiare il motivo di Amazing Grace. Dopo pochi istanti la cantavano tutti. Era forse una delle poche canzoni che ognuno di noi conosceva. Credo sia stato un forte momento collettivo di preghiera. Al di là della confessione, in quel frangente serviva che ognuno pregasse. Era necessaria l’energia spirituale di tutti. La fede, in fondo, è questo. Ti permette di andare lontano, insieme. Se invece vuol andare veloce, vai da solo”.
Proseguendo questa preghiera collettiva ho pensato di unire ed integrare al motivo di Amazing Grace alcuni versetti gregoriani della Salve Regina. La nostra capacità di soccorrere ed accogliere l’altro, di dare ospitalità e dignità allo straniero, al diverso, al perseguitato. Da questi gesti dipende la qualità dei nostri rapporti umani. Fare spazio all’altro significa arricchire la propria identità, aprire orizzonti nuovi, mettere ali alle nostre radici.
Il brano TWO SONGS for MIGRANTS con la proposta iniziale di Amazing Grace e l’inserimento successivo e progressivo della Salve Regina diventa un legame e un dialogo musicale intenso e significativo: rappresenta il passaggio dal dolore e dalla sofferenza a quello della misericordia e della speranza.

L’autore

Composer

Publisher

Sales format

,

Instrumentation

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Two songs for migrants”

Your email address will not be published. Required fields are marked *